A.I.A.
SOCIAL
twitter-icon
logo 100 "Dietro ogni impresa di successo c'è qualcuno che ha preso una decisione coraggiosa..."
FORZA LUIGI !

FORZA LUIGI !

A qualche giorno dall’ accaduto e dopo che il giudice sportivo si è espresso, rompiamo il nostro...

CERVELLERA E DI BELLO: LA SERIE A A LECCE

CERVELLERA E DI BELLO: LA SERIE A A LECCE

Una serata da Serie A. Si può riassumere così la serata della plenaria del mese di ottobre della...

UNA PLENARIA DA SERIE A

UNA PLENARIA DA SERIE A

Si terrà martedì 21 ottobre alle ore 20.00 la riunione plenaria del mese di ottobre....

IN BOCCA AL LUPO STEFANIA!

IN BOCCA AL LUPO STEFANIA!

Tutti gli associati della sezione leccese augurano all' unica rappresentante delle quote rosa...

CORSO ARBITRI

CORSO ARBITRI

Sono aperte le iscrizioni al Corso Arbitri Nazionale 2014! Il corso è completamente GRATUITO...

  • FORZA LUIGI !

    FORZA LUIGI !

    Mercoledì, 29 Ottobre 2014 17:18
  • CERVELLERA E DI BELLO: LA SERIE A A LECCE

    CERVELLERA E DI BELLO: LA SERIE A A LECCE

    Mercoledì, 22 Ottobre 2014 15:15
  • UNA PLENARIA DA SERIE A

    UNA PLENARIA DA SERIE A

    Venerdì, 17 Ottobre 2014 07:39
  • IN BOCCA AL LUPO STEFANIA!

    IN BOCCA AL LUPO STEFANIA!

    Lunedì, 13 Ottobre 2014 15:58
  • CORSO ARBITRI

    CORSO ARBITRI

    Lunedì, 06 Ottobre 2014 19:10

CONTATTACI

address Via Martino Marinosci, n° 14/A 
73100 LECCE
telefono 0832 / 458317
fax 0832 / 458317

A.I.A. SOCIAL

Segui le pagine Facebook e Youtube per avere aggiornamenti e notizie in tempo reale dalla nostra "community", guardare video, chiedere consigli e tanto altro.
twitter-icon

SINFONIA 4 YOU

sinfonia4you

NEWS DALLA SEZIONE

FORZA LUIGI !

rosatoA qualche giorno dall’ accaduto e dopo che il giudice sportivo si è espresso, rompiamo il nostro silenzio. Lo facciamo senza condannare alcuna persona e senza commentare alcun evento, a quello ci hanno già pensato altri. Interrompiamo il nostro silenzio per dare, ancora una volta, dimostrazione della gente che siamo; delle persone che compongono la nostra associazione.

Luigi, come ormai noto, è un ragazzo appena diciassettenne che arbitra da qualche anno e si è messo così in luce da essere impiegato in gare di seconda categoria, gare dilettantistiche. Come tutti i ragazzi della sua età studia ed il pomeriggio, prima di compiere il suo dovere da studente, si allena insieme a tutti i suoi colleghi per arrivare pronto alla gara della domenica. Il martedì, dopo essersi allenato ed aver studiato, torna in sezione per frequentare le riunioni obbligatorie dell’ OTS. Come lui, migliaia di ragazzi in tutta Italia compiono gli stessi sacrifici con la stessa passione.

Ieri, martedì appunto, c’era la riunione OTS e tutti naturalmente aspettavano il rientro in sezione di Luigi ma non per sapere la verità su quanto successo la domenica ma solo e soltanto per dimostrargli che l’ AIA è una grande famiglia che gli vuole bene. La cosa più banale da fare era accogliere Gigi con un grosso applauso, un applauso fatto con il cuore, un applauso fatto da chi condivide con Luigi la passione e l’ amore per una divisa. Passione e amore che mai niente e nessuno potrà fare andare via.

Poche parole, quelle di Luigi, parole di ringraziamento per non esser stato lasciato da solo e un ringraziamento speciale  a quanti, anche con un semplicissimo messaggio hanno voluto testimoniare la propria vicinanza a chi, per inseguire il proprio sogno, è stato vittima di un qualcosa che non dovrebbe accadere, non solo su un campo di calcio.

La voglia di tornare in campo adesso è tanta perché lui è un ragazzo forte, innamorato della sua PASSIONE (esatto, essere arbitri a certi livelli non è un lavoro) e voglioso di dimostrare a tutti ed  a se stesso che la nostra passione è più forte di qualsiasi pugno in faccia. Adesso tocca a lui dimostrare quanto vale un Arbitro e che persone speciali siamo.

Da parte nostra, non possiamo che rinnovare la nostra vicinanza a Luigi. A testimonianza di ciò, il Presidente Paolo Prato ha convocato in maniera straordinaria un consiglio direttivo per valutare, insieme agli esperti legali dell’ AIA l’ iter legislativo per tutelare al massimo il nostro Amico-collega.

L’ AIA è una famiglia e non lascia mai da sola i suoi componenti, siano essi ragazzi dell’ ultimo corso, siano essi decani dell’ arbitraggio.

Forza Luigi, ti aspettiamo in campo!

 

La TUA sezione

CORSO ARBITRI

corso arbitri oriz OKSono aperte le iscrizioni al Corso Arbitri Nazionale 2014! 
Il corso è completamente GRATUITO e il superamento da diritto alla tessera per entrare gratuitamente in tutti gli stadi italiani, alla divisa per arbitrare ed al rimborso spese per ogni gara diretta.
Compila il form presente sul sito (Clicca qui) e iscriviti gratuitamente. Se lo hai già compilato prima di oggi, iscriviti nuovamente e verrai contattato dalla nostra segreteria.

CERVELLERA E DI BELLO: LA SERIE A A LECCE

DiBeCerve 1Una serata da Serie A. Si può riassumere così la serata della plenaria del mese di ottobre della sezione leccese. Relatori d' eccezione sono stati gli arbitri a disposizione della CAN A Angelo Cervellera e Marco Di Bello, entrambi promossi nella massima categoria al termine della scorsa stagione sportiva. Un evento eccezionale dato che si tratta della prima volta nella storia dell' AIA che gli unici due arbitri promossi in Serie A provengano dalla stessa regione. La serata però ha visto anche un altro relatore di spicco: il nostro Danilo Giannoccaro che, dopo aver calcato i campi della massima serie per 10 anni, adesso ricopre il ruolo di Presidente della commissione CAI assolvendo al compito di designare i fischietti per le gare più difficili di eccellenza e promozione che si svolgono sul territorio italiano.

La serata si è aperta con una breve introduzione del presidente della sezione leccese Paolo Prato che ha rimarcato l' importanza di questo evento invitando tutti i presenti a prestare la massima attenzione per cercare di "rubare" i segreti di chi è riuscito a realizzare il proprio sogno. La parola è poi passata a Giannoccaro che ha ricordato ai presenti che poter essere arbitri è un privilegio, un qualcosa di cui andarne fieri perchè essere arbitri da una marcia in più nella vita, è un valore aggiunto rispetto a chi non ha la fortuna di indossare la divisa.

Spazio poi ad un video preparato dai ragazzi della sezione che ripercorreva la carriera arbitrale dei due ospiti: una carriera iniziata nello stesso anno, separatasi per qualche stagione sportiva e ricongiuntasi nella categoria più importante e più ambita.

Il microfono è poi passato ad Angelo che attraverso il suo discorso ha voluto spronare i giovani arbitri a "rubare" l' esperienza dei colleghi più anziani. "Solo così - afferma Cervellera - si può crescere e migliorarsi. Senza il confronto non si può ambire alla scalata, non si può arrivare in alto". Anche Marco, durante il suo intervento, ha voluto rafforzare le parole di Angelo portando ad esempio la sua esperienza personale: "Dopo ogni partita, il primo che chiamo è Angelo. Ci confrontiamo su quello che mi è successo e quello che gli è successo. Così siamo diventati arbitri ed abbiamo raggiunto insieme questo sogno". Proprio su quest' ultima frase, Marco si è soffermato. Avere due arbitri pugliesi promossi nella massima categoria lo stesso anno è sinonimo di come l' AIA premi la meritocrazia. 

Dopo queste brevi introduzioni, i due ospiti sono passati alla spiegazione di alcuni episodi che li riguardavano in prima persona, stimolando anche i giovani arbitri ad intervenire e creare un dibattito interattivo che sicuramente ha permesso di arricchire il bagaglio di conoscenza dei presenti in sala. Preziosi sono stati gli interventi anche di Danilo che ha voluto focalizzare l' attenzione della platea sui dettagli affermando che un arbitro deve ragionare sempre per step, ma deve essere bravo ad essere con la mente uno step avanti rispetto agli altri.

A conferma di quanto i nostri due ospiti siano persone eccezionali, a fine riunione Angelo e Marco hanno voluto lasciare un ricordo materiale della loro presenza. In particolare Angelo ha voluto regalare una propria polo ad Andrea Recupero, un ragazzo dell' OTS che compie enormi sacrifici pur di continuare ad inseguire il proprio sogno. Marco invece ha donato alla sezione la propria divisa da gara gialla scrivendo "Agli amici della sezione di Lecce... L' amico Marco Di Bello".

Largo poi alle foto con gli ospiti e alla cena conviviale dove si sono potute apprezzare le doti umane di questi due fantastici ragazzi che hanno avuto ancora la conferma di come la sezione di Lecce sia per loro una seconda sezione pronta ad esultare alle loro vittorie.

Tutti gli associati sono stati entusiasti della visita di questi nostri AMICI che per una sera sono stati in grado di far sentire la sezione di Lecce, dopo qualche anno, nuovamente una sezione di Serie A.

S.P.

UNA PLENARIA DA SERIE A

dibello cervelleraSi terrà martedì 21 ottobre alle ore 20.00 la riunione plenaria del mese di ottobre. Relatori d' eccezione, per questo importante appuntamento, saranno i colleghi Marco Di Bello e Angelo Cervellera, entrambi inquadrati nell' organico della CAN A.

Marco ed Angelo, entrambi pugliesi, sono stati promossi dalla CAN B al termine della passata stagione sportiva rappresentando uno dei pochi casi in cui entrambi gli arbitri promossi nella massima categoria provengono dalla stessa regione. Sarà dunque un' occasione preziosa per tutti gli associati della sezione leccese per conoscere meglio questi due ragazzi e per comprendere quali sono i requisiti per poter aspirare alla vetta.

Appuntamento quindi, come detto in precedenza, a martedì 21 ottobre presso i locali sezionali.

Vi Aspettiamo!

IN BOCCA AL LUPO STEFANIA!

menicucci esordio2Tutti gli associati della sezione leccese augurano all' unica rappresentante delle quote rosa nell' organico promozione-eccellenza pugliese le migliori fortune nella sua nuova avventura abruzzese.

Stefania, divenuta arbitro nella stagione 2007/2008 ha dimostrato subito sul campo tutte le sue qualità d' arbitro scalando rapidamente i gradini della carriera arbitrale fino ad approdare in prima categoria nel marzo del 2011. Dopo solo un anno arriva l' esordio in promozione e nella passata stagione l' esordio nel massimo campionato regionale pugliese. 
Attiva anche dal punto di vista associativo (ha infatti ricoperto vari incarichi all' interno della nostra sezione) è stata sempre un punto di riferimento per i giovani ragazzi dell' OTS, soprattutto per le nuove ragazze che si affacciavano all' attività arbitrale.

Non possiamo dunque che augurare a Stefania di dimostrare quanto di buono fatto in questi anni in Puglia, sicuri che per lei saremo sempre la sua grande seconda famiglia! 

AD MAIORA!

 

SPONSOR

CERCA IN RETE

Ricerca personalizzata

L'ARTICOLO PIÙ LETTO

STATISTICHE

Abbiamo 31 visitatori e nessun utente online

Visite agli articoli
108893
Copyright © 2012 Sezione A.I.A "Luigi Rizzo". Tutti i diritti riservati. Designed by Web For All - Web Agency
in cooperation with Joomla templates Joomlashine